25 November 2018

Squadre di Calcio di Londra in Premier League

Quali sono le Squadre di Calcio di Londra che militano in Premier League? Carrellata dalle più famose come Chelsea, Tottenham e Arsenal, fino a quelle militanti in EFL Championship (serie B inglese).

Il calcio, e questa è cosa nota, almeno per come lo intendiamo oggi è nato in Inghilterra.
Squadre di Londra in Premier League Squadre di Londra in Premier League

E non deve quindi sorprendere se nella sua storia ultracentenaria la federazione inglese è riuscita a conquistare un mondiale (nel torneo disputato in casa nel 1966), un terzo posto agli europei disputati in Italia nel 1968 e due quarti di finale ai giochi olimpici del 1956 e 2012.

Chi è appassionato di calcio sa anche che per lunghi anni l’Inghilterra ha guardato alla propria “invenzione” da un piedistallo, proibendo ad esempio a propri club di disputare i tornei internazionali fino al 1956, poiché “nessuno doveva insegnare agli inglesi come giocare al loro gioco”.

Da quell’anno la Champions League è finita sull’isola della regina ben 12 volte (al pari dell’Italia, seconda solo alla Spagna a quota 17), e di queste 12 una ha visto trionfare una squadra della capitale: il Chelsea nella stagione 2011-2012. Oltre alle vittorie, tanti secondi posti per i club inglesi, ben 7 (10 ne conta la Germania, 11 la Spagna e 16 l’Italia) ai quali però fanno il palio le 8 vittorie in Europa League/Coppa Uefa (di cui tre sono andate a squadre londinesi) e gli 8 titoli iridati nella oramai defunta Coppa delle Coppe, di cui l’Inghilterra risulta la maggiore vincitrice.

Le squadre di Londra: tante storie nella storia del calcio

In questo contesto così ricco e glorioso per le squadre di Sua Maestà, come si collocano le compagini della capitale? A differenza di altre nazioni (come la Spagna e Germania) ma al pari di altre (come Francia e Italia) il “grosso” della storia calcistica nazionale non è stato scritto dai team aventi base nella capitale dello Stato, sebbene almeno per quel che riguarda l’Inghilterra con la vittoria del Chelsea nella Champions League 2012 sembra che il divario fra il potente nord (dove militano, fra le altre, Manchester United, Manchester City e Liverpool) e il sud si stia pian piano livellando.

Rimane il fatto che Londra rimane anche nella stagione 2016-2017 la città che offre al massimo campionato inglese il maggior numero di rappresentanti, ben 5: Arsenal, Chelsea, Crystal Palace, Tottenham e West Ham.

Partiremo proprio da queste per la nostra disamina sulle storiche squadre di Londra più famose del campionato inglese.

Chelsea

Considerata all’unanimità la squadra di Londra più forte dell’ultimo decennio, il Chelsea prende il nome dall’omonimo quartiere che rappresenta ed è – insieme al Crystal Palace – la più giovane fra le squadre di Londra che militano in Premier League, essendo nata “solo” nel 1905.

Nonostante ciò, risulta essere la più vincente fra tutte le squadre della capitale, vantando una Champions League (stagione 2011-2012, prima squadra londinese a portare a casa il trofeo), 2 Coppe delle Coppe (1970-71 e 1997-98), una Europa League (2012-2013) e una Supercoppa Europea (1998).

Come si può notare dalle date, nonostante risulti la più vincente fra le concittadine a livello internazionale, il Chelsea ha iniziato a costruire la sua fortuna in campo europeo solo a partire dalla fine dello scorso millennio, quando l’unico trofeo di respiro continentale che poteva vantare era la Coppa delle Coppe vinta nel 1971.

Non molto dissimile è la sua storia in patria, visto che fino al 1996 vantava solamente un titolo di campione d’Inghilterra conquistato nel 1955, una Coppa d’Inghilterra (1970), una Coppa di Lega Inglese (1965) e una Community Shield (1955). La svolta di mentalità e risultati arriva proprio nel 1996, quando l’allenatore-giocatore Ruud Gullit rinnoverà l’organico fino alle sue fondamenta, rendendolo una compagine di tutto rispetto. Da allora fino il Chelsea ha cominciato a macinare risultati e vincere tutto quello che poteva vincere, tanto che oggi conta nella sua bacheca dei trofei 6 campionati inglesi, 7 Coppe d’Inghilterra, cinque Coppe di Lega e 4 Community Shield.

Gli ultimi venti anni sono stati dunque quelli che hanno consacrato il Chelsea a regina delle squadre di Londra, e la squadra può vantare di aver assoldato alcuni fra i campioni più forti dell’ultimo quarto di secolo (come Zola e Drogba), quattro campioni del mondo (Bonetti, Leboeuf, Desailly e Schürrle), nonché allenatori di fama internazionale come Vialli, Mourinho, Ancelotti, Benitez e Conte.

Il colore ufficiale è il “blu reale”, lo stesso dei Conti Cadogan che storicamente dominavano l’area dove è nata la squadra. Gioca le sue partite casalinghe a Stamford Bridge, stadio con capienza di circa 42.000 spettatori inaugurato nel 1877 e ristrutturato negli anni ’90.

La squadra è gemellata con le due compagini italiane di Lazio e Verona.

Maglie e felpe originali Chelsea

Arsenal

Dei Gunners si può riportare almeno un record di tutto rispetto: la squadra del quartiere di Holloway infatti non retrocede in seconda divisione dal 1920, dato che la rende di fatto la più longeva d’Inghilterra per anni consecutivi di militanza in Premier League.

A differenza del Chelsea, l’Arsenal non ha conosciuto un exploit di risultati negli ultimi anni, ma ha sempre alternato risultati di rilievo a qualche periodo buio con una certa costanza. Sicuramente fra la fine degli anni ’90 e i primi 2000 veniva considerata una delle avversarie più temibili sul piano continentale, e chiunque oggi abbia almeno 30 anni può in tutta sincerità darne conferma.

Oltre ad essere il primo club professionista fondato a Londra, è stato anche il primo della capitale a vincere uno scudetto nella stagione 1930-31 ed è tutt’ora quello che ne vanta di più (13). Fra tutte le squadre inglesi, è quella che detiene il record di Coppe d’Inghilterra vinte, 13 anche queste, alle quali si aggiungono 2 Coppe di Lega e ben 15 Community Shield.

A livello internazionale, l’Arsenal ha alzato un solo trofeo di rilievo: la Coppa delle Coppe vinta nella stagione ’93-’94 a Copenaghen con vittoria per 1-0 sul Parma di Scala. Nella stagione 2005-2006 sa raggiunto la sua prima e fin ora unica finale di Champions League eliminando squadroni del calibro di Real Madrid, Juventus e Villareal e cedendo le armi solo al Barcellona dei fenomeni.

I calciatori dell’Arsenal vengono soprannominati Gunners ‘cannoni’ perché il cannone del Royal Arsenal è anche lo stemma della squadra, vestono i colori bianco e rosso e hanno giocato per quasi tutta l’esistenza del club le partite casalinghe in uno degli stadi più leggendari della storia del calcio: Highbury. Diventato inadatto ad ospitare le partite internazionali, dal 2006 l’Highbury è stato sostituito dall’Emirates Stadium, che può ospitare circa 60.000 spettatori.

Maglie e felpe originali Arsenal

Tottenham

Il Tottenham (nome completo Tottenham Hotspur) al pari del Chelsea prende il nome dal quartiere della città che la squadra rappresenta.

Fra quelle militanti in Premier League, è la più antica squadra professionistica di Londra, e al pari delle sorelle più blasonate Chelsea e Arsenal, può vantare alcuni record. Nella fattispecie, agli Spurs vengono attribuiti questi primati:

  • Prima squadra a vincere un trofeo nazionale senza essere affiliata alla Football League (Coppa d’Inghilterra 1901);
  • Prima squadra inglese a vincere nella stessa stagione (1961-1962) campionato e coppa nazionale;
  • Prima squadra inglese a vincere una coppa internazionale, nella fattispecie la Coppa delle Coppe nel 1963.
Anche se non ha una bacheca colma di trofei come quelle di Arsenal e Chelsea, non si può dire che quella del Tottenham ne sia del tutto scevra. Si contano infatti 2 scudetti, 8 Coppe d’Inghilterra, 4 Coppe di Lega inglesi e 7 Charity/Community Shield. A questi si aggiungono i trofei internazionali: una Coppa delle Coppe (1962-63), due Coppe Uefa (1971-72, 1983-84) e la terza edizione della Coppa di Lega italo-inglese, disputata nel 1971 e strappata al Torino.

Nella sua lunga storia, la squadra ha subito anche quattro retrocessioni in seconda divisione, e la permanenza più lunga è durata ben 15 anni, dal 1935 al 1950. E proprio nel 1950, da cadetta e neopromossa, vincerà anche il suo primo titolo nazionale con 5 punti di vantaggio sul Manchester United. Gli anni ’60 e ’70 sono i più gloriosi per il club, e sono le due decadi durante le quali gli Spurs vinceranno la maggior parte dei trofei che la squadra vanta ancora oggi. Dopo alcune stagioni altalenanti fra gli anni ’90 e il primo decennio di questo secolo, il Tottenham sembra finalmente riuscito tornare sulla cresta della classifica inglese con una certa stabilità: a partire dalla stagione 2009-2010 non si è mai classificata al di sotto del sesto posto, coronando l’ascesa al vertice con il terzo posto nella stagione 2015-2016 e il secondo – ad un passo dal titolo – nel 2016-2017.

Fra i grandi campioni che hanno vestito la maglia della squadra non possiamo non citare Robbie Kean, Ossie Ardiles, Jurgen Klinsmann, Paul Gascoigne e Gareth Bale, quest’ultimo oggi stella e punta di diamante del Real Madrid. La leggenda del club rimane comunque quel Jimmy Greaves che dal 1961 al 1970 ha realizzato 266 reti in 360 partite. Rimane tutt’oggi l’attaccante più prolifico della storia della massima divisione inglese e fu acquistato dal Milan per l’allora cifra record di 99.999£.

I colori sociali della squadra sono il bianco e il blu; il Tottenham ha giocato per 118 le sue partite casalinghe in un altro impianto sportivo inglese che solo a nominarlo vengono i brividi: il White Hart Lane. Chiuso e demolito nel 2017, oggi gli Spurs giocano a Wembley, in attesa che venga ultima la costruzione del nuovo stadio sito in Northumberland Park.
Stadio di Wembley Stadio di Wembley

La rivalità sportiva più accesa è contro i “vicini di quartiere” dell’Arsenal, contro i quali si gioca quello che viene definito il North London Derby.

Maglie e felpe originali Tottenham

West Ham e Crystal Palace

West Ham

Fondata nel 1895 e rappresentante del distretto di Newham, il West Ham United Footbal Club è l’unica squadra europea insieme a Parma, Real Saragoza e Bayer Leverkusen, ad aver vinto una competizione internazionale (la Coppa delle Coppe 1965-65) senza essersi mai aggiudicata il titolo in madrepatria.

Fu una seria contendente allo scudetto nella stagione 1985-86, quando arrivò terza (miglior piazzamento nella sua storia) a quattro lunghezze dai campioni del Liverpool. Nella storia degli Hammers si contano 60 partecipazioni in Premier League e 32 in seconda divisione, in una serie di alti e bassi che risulta complicato organizzare secondo una certa coerenza. Sicuramente gli anni migliori per il club sono quelli che vanno dall’inizio degli anni ’60 all’inizio degli anni ’80, quando la squadra ha vinto tutti i titoli di cui ora si fregia ovvero: 3 Coppe d’Inghilterra, una Community Shield e la Coppa delle Coppe di cui si parlava sopra, strappata al Monaco 1860.

Fra i giocatori più iconici della squadra, va citato Paolo Di Canio, che dal 1999 al 2003 a Londra ha segnato 48 reti in 117 presenze, ed è l’unico non britannico ad essere stato inserito nel Dream Team degli Hammers stilato nel 2003.

Fra le rivalità più sentite si annovera quella contro i londinesi del Millwall F.C., mentre la squadra – proprio per influsso della carriera di Di Canio – ha stretto da qualche anno un sentito gemellaggio con la Lazio.

Crystal Palace

Il Crystal Palace può ritenere a ben diritto di essere ufficiosamente una delle squadre più antiche al mondo. Ufficialmente la sua data di nascita è datata al 1905, sebbene il club ha avuto i suoi natali dalle ceneri del Crystal Palace F.C., omonimo team non professionista nato nel 1861.

Così come il West Ham, anche le aquile (dall’animale che si staglia sul gagliardetto) hanno vissuto nella loro storia lunghi periodi di buio, disputando a cavallo fra gli anni ’50 e ’60 addirittura tre stagioni in quarta divisione. Il periodo più glorioso della compagine è invece quello dei primi anni ’90, quando il Crystal Palace arrivò terzo in First Division e perse la finale di FA cup contro il Manchester United. La storia si ripeterà nella stagione 2015-2016, quando ancora contro il Man. United i rossoblù dovranno arrendersi solo nei tempi supplementari.

È una squadra che quindi non ha mai vinto nulla né in patria né in Europa, sebbene possa vantare una tradizione calcistica di tutto rispetto. La rivalità più accesa si registra contro il Brighton & Hove Albion F.C., squadra anch’essa militante in Premier League contro la quale gioca il cosiddetto “derby M23”, dal nome dell’autostrada che collega il Sussex ai quartieri meridionali di Londra.

Squadre militanti in Seconda Divisione

Anche la Seconda Divisione inglese, che ufficialmente è denominata “EFL Championship”, vanta la presenza di alcune squadre londinesi. Ben quattro per l’esattezza.

Maglie e felpe originali Crystal Palace

Fulham

La più celebre è sicuramente il Fulham, la più antica fra tutte le squadre londinesi, fondata nel 1879. I bianconeri non hanno mai vinto un trofeo ai massimi livelli, ma nel 1975 sono arrivati in finale di FA Cup (perdendo proprio contro il West Ham) e nel 2009-2010 hanno visto sfumare il sogno di conquistare l’Europa League arrendendosi solo ai tempi supplementari all’Atlético Madrid.

Negli anni ’70, George Best vestito i colori dei Cottagers per un paio di stagioni, segnando 8 reti in 42 presenze.

Queens Park Rangers

Fra quelle attualmente militanti nella EFL Championship, il Queens Park Rangers è l’unica squadra ad aver vinto un titolo nella sua storia: si tratta della Coppa di Lega inglese, alzata al cielo nel 1967.

E l’arco di tempo che va da metà anni ’60 a metà anni ’70 è stato anche il migliore per gli Hoops, tanto che nella stagione 1975-76 arriveranno secondi in campionato ad un solo punto dal Liverpool.

Il QPR è inoltre abbastanza celebre per quello che se non è un record, poco ci manca: nella sua storia lunga oltre 130 anni, ha cambiato almeno 15 stadi. Attualmente gioca nel Loftus Road, e per ragioni “logisctiche” considera le sue principali rivali Chelsea e Fuhlam, poiché provenienti dalla stessa ona di Londra.

Millwall

Millwall Millwall

Fondata nel 1885 sull’Isola dei Cani (Isle of Dogs) a ridosso del Tamigi (isola che, nonostante il nome, è in realtà una penisola), la sede della squadra è stata poi spostata nel 1910 al di là del fiume e attualmente è ubicata nella zona di Bermondsey.

Pur avendo militato per la maggior parte della sua esistenza fra la seconda e la terza divisione inglese, anche il Millwall può vantare almeno un record. Nel 2004 è infatti arrivata in finale di FA Cup contro il Manchester United, partita persa per 3 a 0 con reti di C. Ronaldo e doppietta di Van Nisterlooy. Un tale traguardo, oltre a risultare il più alto raggiungimento dei Lions (dal simbolo che li rappresenta, un leone rampante), ha consentito loro anche di disputare la Coppa Uefa l’anno successivo, decretandola come l’unica squadra inglese approdata ad una competizione internazionale pur senza militare in Premier League.

La rivalità più accesa, come dicevamo sopra, è con i dirimpettai di quartiere del West Ham, ma i tifosi del Millwall sono da tempo noti per non gioire molto neanche delle vittorie di Crystal Palace e Chelsea.

Brentford

Nella stagione 2007-2008 il Brentford giocava in Football League Two, la nostra serie C2. Dopo un paio di buoni piazzamenti, la squadra è riuscita a tornare nell’EFL Championship, in cui milita stabilmente dalla stagione 2015-2015.

Proprio il 2014-2015 è stata una delle migliori annate del club, in virtù del quinto posto raggiunto nella Serie B inglese che gli ha consentito di giocarsi i play-off che le avrebbero permesso di tornare in First Division dopo oltre settant’anni. L’attesa però è stata rimandata, poiché in quei play off a spuntarla fu il Middlesbrough F.C.

Pare che all’origine della fondazione della squadra, avvenuta nel 1889, ci sia un curioso aneddoto: i canottieri del Brentford Rowing Club avevano bisogno di un’attività per rimanere tonici anche d’inverno e decisero che allenarsi in una squadra di calcio era l’ideale per non perdere lo smalto acquisito in acqua nei mesi estivi. Perciò ne fondarono una quasi per scherzo. Da allora sono passati 128 anni, e quel “passatempo invernale” è tutt’oggi una realtà che ogni domenica porta migliaia di appassionati negli stadi di Sua Maestà.

Autore: Manila - LDNcity

Giudizi e Recensioni

Meteo attuale
Previsione corrente, meteo attuale
Londra, Regno Unito
Monday 05 March 2018
Ultima rilevazione ore 15:00
Temperatura:
9°C
(Min: 9°C Max: 9°C)
Umiditá:
81%
Pressione:
995.17
Vento:
6 km/H (direzione SE)
Previsione per le ore 18:00
Previsione per le ore 18:00
Minima:
7°C
Massima:
7°C
Previsione per le ore 21:00
Previsione per le ore 21:00
Minima:
7°C
Massima:
8°C
Previsione per le ore 00:00
Previsione per le ore 00:00
Minima:
7°C
Massima:
7°C