19 October 2018

Opera e Balletto a Londra: migliori spettacoli e rappresentazioni

Le migliori rappresentazioni di opera e balletto a Londra, dai più famosi spettacoli del West End, fino ad interessanti compagnie teatrali da scoprire.

Nella zona di Londra nota come West End con buona probabilità è possibile trovare la più vasta ricchezza di momenti di intrattenimento del mondo. È qui che si trovano i più celebri teatri del Regno Unito, ed è qui che ogni anno vengono ad esibirsi le compagnie teatrali, di opera e di balletto più rinomate e apprezzate dal pubblico.
Opera e Balletto a Londra Opera e Balletto a Londra

Non solo opere teatrali, musical e concerti quindi: nel West End potrai assistere anche a quelle che sono le opere e i balletti migliori del mondo.

Opera e Balletto a Londra: nel West End tra teatri e spettacoli.

Anche se un qualsivoglia viaggio culturale nelle terre di Sua Maestà non potrà esimersi dal contemplare visite ai musei, alla Tower of London, Buckingham Palace , Tower Bridge e al Big Ben, questo non potrà dirsi completo se non dedicherai almeno una serata del suo soggiorno ad andare a vedere un’opera londinese.

Le performance sono tutte di alto livello, le scenografie vere e proprie opere d’arte, e le storie si qualificano fra le più avvincenti che siano mai state scritte sia nell’epoca dei classici che in tempi moderni.

Non solo grandi compagnie, ma anche grandi location: prime fra tutte (e per citarne solo un paio) la Royal Opera House di Covent Garden (Bow St, WC2E 9DD) e il Coliseum in St Martin’s Lane (St Martin's Ln, WC2N 4ES), che generalmente ospitano esibizioni sulle note di tutti i grandi autori del passato come Verdi e Mozart.

In definitiva, se sei un appassionato di opera e balletto, ma anche se ti piace il teatro o il mondo dello spettacolo in generale, nel West End di Londra troverai in ogni momento dell’anno qualcosa che ti piacerà.

Altri spettacoli:

Opera e balletto a Londra: dove andarli a vedere, e quali sono le migliori compagnie

A Londra si può assistere alle performance acclamate dalla critica, portate in scena dalle maggiori compagnie in molti posti, ma forse nessuno è in grado di eguagliare per fama, popolarità e bellezza il Coliseum di St Martin’s Lane e la Royal Opera House di Covent Garden.

Apprezzabilissime esibizioni si tengono inoltre – fra gli altri – al Peacock Theatre (Portugal St, WC2A 2HT) e al Sadler’s Wells (Rosebery Ave, Clerkenwell, EC1R 4TN), ma non è impossibile imbattersi in qualcosa di carino anche in locali più appartati e magari distanti dal cuore del West End.
Alla Royal Opera House è di casa la Royal Opera (Bow St, WC2E 9DD), mentre la English Opera si esibisce regolarmente all’English National Opera (St Martin's Ln, WC2N 4ES).
Queste due sono le più celebri compagnie inglesi sia all’interno dei confini nazionali che all’estero e, insieme ad alcune altre compagini, possono vantare la vittoria di numerosi Olivier Award, il più importante riconoscimento teatrale inglese.

Opera e balletto a Londra: le migliori rappresentazioni

Posta l’importanza della collocazione geografica, dei teatri e delle compagnie che operano a Londra, nelle prossime righe andremo a vedere quali sono le migliori rappresentazioni di opera e balletto, fisse o a carattere itinerante, a cui è possibile assistere nella capitale inglese.

Salomé (English National Opera)

Dall’anima profondamente sanguinaria e perversa, poche opere eguagliano in bellezza questa di Richard Strauss, che col tempo ha influenzato anche Oscar Wilde, tanto da indurre l’autore irlandese a scriverne una riedizione teatrale omonima.

La nuova produzione visionabile a Londra è prodotta dall’English National Opera e diretta da Adena Jacob.

Intrappolata in un circolo vizioso di violenza e abbandono, la principessa Salomè è ospite presso il castello di Erode dove creerà scompiglio a causa delle sue richieste e irritabilità. Innamoratasi prigioniero Jochanaan, Salomé farà di tutto per conquistare il suo cuore, chiedendo ausilio allo stesso re Erode.

Il sovrano accoglierà favorevolmente la richiesta della principessa, ma non prima di averle chiesto e ottenuto la celebre danza dei sette veli.

Trattando i temi della brutalità, del taboo e dell’erotismo, Salomé si qualifica come un’opera non per tutti, ma quelli che sapranno apprezzarla ne rimarranno estasiati e non potranno fare a meno di tornare a vederla più e più volte.

Porgy and Bess (English National Opera)

Conosciuta e apprezzata da molti, Porgy and Bess debutterà all’English National Opera nell’autunno del 2018.

Con un coro di 40 elementi, l’orchestra al gran completo e la maestosità che solo l’ENO è in grado di portare, quest’opera dai tratti oscuri è stata pensata per far tremare i polsi a chi la guarda, e tenerlo incollato al proprio posto dal primo all’ultimo minuto.

Scritta da Idra e George Gerswin, la prima rappresentazione è databile nel 1935 a Broadway, e non ebbe molto successo. La ragione probabilmente è da attribuire al forte carico di natura razziale che pervade l’intera opera, il quale probabilmente è stato anche la ragione del tardivo accoglimento positivo dell’opera da parte di pubblico e critica.

Da anni, Porgy and Bess è uno dei lavori più influenti dell’intero settore teatrale, e conta innumerevoli riproposizioni e riarrangiamenti sia nelle grandi location delle capitali mondiali, sia nei piccoli teatri di provincia.

La storia è ambientata nei palazzoni sovrappopolati di Charleston in South Carolina, e più precisamente nell’immaginaria strada di Catfish Road. Qui si muove Porgy, un accattone del luogo che passa le sue giornate a vendere beni di vario tipo con l’ausilio del suo fedele e vecchio carrello, finché non si imbatte in Bess. Lei viene da una storia di maltrattamenti subiti dal suo amante, Crown, e racconta le sue vicissitudini a Porgy che la prende in simpatia.

L’intera vicenda tratterà quindi dei tentativi di Bess e Porgy di sconfiggere i demoni che lei porta dentro, ma l’improvviso ritorno di Crown li farà riapparire come un fulmine dal passato, e metterà di nuovo Bess di fronte a una scelta.

La bohème (Royal Opera House)

L’impressionante rivisitazione di Jonathan Miller della tragedia romantica di Puccini è stata considerata da molti critici – sin dal giorno della sua prima, nel 2009 – come un classico moderno.

L’azione ha luogo negli anni ’30, poco prima dello scoppio della seconda guerra mondiale, in quella Parigi bohémien dove esplode l’amore fra un poeta squattrinato e una sarta, un tema che ha dato a Puccini piena libertà creativa nello sperimentare tutta la sfarzosità e imponenza musicale.

La scenografia di Miller trae ispirazione dalle evocative fotografie della Parigi di quegli anni scattate da Brassaï, mentre tutti gli ambienti bohémien vengono modernizzati per riflettere al meglio la durezza della povertà come tema panstorico.

Lo stesso Miller non ha fatto mistero di essersi ispirato al film Shakespeare a Colazione per realizzare le sue oscure ambientazioni.

L’opera si divide in quattro parti, ed è una storia d’amore tragica che coinvolge una giovane coppia e il loro tentativo di attraversare le tempeste dell’oceano dell’amore.

Rodolfo è un poeta, e condivide in coabitazione un solaio con i suoi amici bohémien: Shaunard, musicista, Marcello, pittore e Colline, filosofo. I quattro sbarcano il lunario eseguendo lavori di varia natura, ed evadendo la realtà con numerose battute di spirito riguardo la loro situazione di indigenza e il desiderio di realizzare i propri sogni.

Per puro caso, Rodolfo conosce e si innamora della fragile Mimi, sebbene si tratterà di un amore che ben presto dovrà fare i conti con la dura realtà, soprattutto quando Rodolfo dovrà essere costretto ad ammettere di non essere in grado di poter continuare a badare finanziariamente a entrambi.

I fazzoletti sono d’obbligo quindi, perché molto probabilmente scenderanno lacrime da asciugare.

Lucia Di Lammermoor (English National Opera)

Lo struggente dramma romantico di Donizetti ritorna all’English National Opera nel 2018 per la prima volta dopo 18 anni grazie alla volontà e al lavoro di David Alden.

Basato sul romanzo del 1819 firmato da Walter Scott, l’opera riprende anche il tema delle selvagge highland scozzesi. La Lucia Di Lammeroor è un viaggio elettrizzante che esplora i concetti di onore, influenza politica e reputazione, che tramite la manipolazione giocano sulla vita, sul futuro e sulle speranze di una giovane donna.

In qualità di unica figlia nubile della stirpe dei Lammermoor, alla delicata Lucia viene richiesto di convolare a nozze concordate dalla sua famiglia contro la sua volontà, nonché contro la volontà del suo amante segreto, Edgardo, membro di un casato che è nemico giurato dei Lammermoor, quello dei Ravenswood.

Nel momento in cui Edgardo è in Francia per ragioni di affari, il fratello di Lucia costringe la nostra protagonista a sposarsi, un gesto che spingerà la giovane donna in un abisso di follia dalla quale non sarà più in grado di fuggire.

Les Ballets Trockadero De Monte Carlo - Programma A (Peacock Theatre)

Di ritorno al Peacock Theatre, i giovani interpreti di quest’opera mantengono vive le emozioni di quella originale, salita per la prima volta su un palcoscenico nel 1974. Da allora, la compagnia che dà anima e corpo Les Ballets Trockadero de Monte Carlo ha girato il mondo, portando sempre con sé quell’impareggiabile mix di conoscenza della danza classica e umorismo.

Nel 2018 a Londra si potrà assistere alla prima delle due repliche programmate dai Trocks.

Con un’abilità propria di poche altre compagnie di muoversi fra le diverse correnti della musica classica, i ballerini riescono a dar sfoggio di un inimitabile capacità di danza e grazia. Ciò che rende questa esibizione diversa dalle altre è il fatto che gli interpreti eseguono sia ruoli maschili che femminili, combinando umorismo a parodia, vestendo tutù e danzando sulle punte.

Infatti, lo shock principale è forse proprio quello di vedere giovanotti nel pieno della propria forma atletica ballare in abiti prettamente femminile: superato questo primo ostacolo visivo, in pochi riescono a non diventare fan dei Torcks.

Burlesque Idol (Underbelly Festival)

La competizione di Burlesque più rinomata de’Europa torna in Inghilterra per il quinto anno consecutivo. Quest’anno sarà presentata dalla pluripremiata House of Brulesque, capitanata dalla superstar Miss Tempest Rose.

Durante lo spettacolo, gli spettatori potranno partecipare alle votazioni per eleggere Miss Burlesque Idol 2018.

Immersi in una tempesta di brillantini, i migliori talenti del burlesque mondiale intratterranno il pubblico con sprazzi di glamour, sorrisi e humour nel tentativo di accattivarsi i favori (e i voti) del pubblico pagante.

Le quattro stagioni + Remebrance (Peacock Theatre)

Il New English Ballet Theatre torna sul palco del Peacock con un lavoro dalla duplice faccia, e dalle doppie emozioni. Fondato nel 2011 da Karen Pilkington-Miksa il NEB Theatre mira a portare davanti al pubblico lavori unici, promuovendo le opere più celebri senza disdegnare le proposte emergenti delle giovani promesse.

In questo contest, Max Richter reimmagina le Quattro Stagioni di Vivaldi in una pièce viva e dinamica che prevede costumi sgargianti e un approccio innovativo alle trame neoclassiche, in un’opera che è già diventata un cavallo di battaglia della compagnia.

La compagnia, inoltre, celebra la storia quasi tricentenaria dell’Ode per il giorno di Santa Cecilia di Händel portandola sul palcoscenico grazie alle voci dei solisti e del coro dell’English Concert. Basandosi sui ricordi della Grande Guerra di Dame Marie Rambert, promette di rivelarsi una performance toccante e piena di speranza.

Tap Dogs (Sadler’s Wells)

Irrompendo in Europa da una remota città dall’anima siderurgica a pochi Km da Sydney, Tap Dogs del pluripremiato Dein Perry è oramai un’opera di fama mondiale.

Alle diverse rappresentazioni hanno assistito oramai oltre dodici milioni di spettatori in 330 città disseminate su tutto il pianeta.

Tap Dogs da oltre vent’anni è simbolo di sensualità, velocità e meraviglia grazie alla sua mai sopita capacità di combinare l’irruenza dell’operaio con la maestria dell’artigiano.

È una delle rappresentazioni che lasciano regolarmente gli spettatori increduli. Vedere per credere.

Magic Mike (Hippodrome Casino)

Concepito e diretto dallo stesso Channing, uno degli spogliarellisti del cast originale, Magic Mike ti invita ad uno spettacolo live dall’ampio respiro.

La strabordante e divertente performance ha sbalordito i migliori casinò di Las Vegas oggi porta Channing Tatum & Co. oltreoceano; prima tappa europea: Londra. Che si tratti di un’uscita fra amiche o di un incontro galante, non importa chi ti accompagnerà a vedere Magic Mike, la soddisfazione è assicurata.

L’intero teatro Hippodrome Casino, che ospita l’esibizione, è stato riconvertito in una location intima e magica, in cui già dall’ingresso tuttavia si comprende la portata e l’importanza dei ballerini che si andranno ad osservare.

Il dipanarsi degli eventi si basa sui film di successo Magic Mike e Magic Mike XXL, portati sull palcoscenico e intermezzati da momenti di ballo, splendidamente condotti da ballerini in grado di volteggiare aerobicamente senza troppo tener conto delle leggi della fisica e della gravità.

E ogni singolo spettatore può essere abbastanza fortunato da essere scelto come attore per una notte, potendo così cogliere l’occasione di divenire egli stesso parte del cast. In alcune serate particolarmente fortunate, lo stesso Mr. Tatum appare sul palco come ospite a sorpresa di tutto rilievo.

Autore: Manila - LDNcity

Giudizi e Recensioni

Meteo attuale
Previsione corrente, meteo attuale
Londra, Regno Unito
Monday 05 March 2018
Ultima rilevazione ore 15:00
Temperatura:
9°C
(Min: 9°C Max: 9°C)
Umiditá:
81%
Pressione:
995.17
Vento:
6 km/H (direzione SE)
Previsione per le ore 18:00
Previsione per le ore 18:00
Minima:
7°C
Massima:
7°C
Previsione per le ore 21:00
Previsione per le ore 21:00
Minima:
7°C
Massima:
8°C
Previsione per le ore 00:00
Previsione per le ore 00:00
Minima:
7°C
Massima:
7°C