31 August 2018

Spettacoli per bambini a Londra: elenco dei migliori

Quando si visita una città con i bambini, ovviamente, vanno scelte attrazioni e spettacoli anche in base agli interessi dei piccini. Londra offre molti musical e spettacoli teatrali per bambini, ricchi di colori, musiche ed effetti speciali.

Anche i membri più piccoli della famiglia possono godersi il teatro. Perciò in questo articolo elencheremo alcuni spettacoli selezionati che sono stati pensati proprio per far divertire bambini, ma che riscuotono un certo successo anche fra l’audience audience più adulta.

Nella maggior parte dei casi si tratterà di spettacoli ideati appositamente per una platea più giovane, ma non mancheranno esempi di spettacoli che – nonostante abbiano un’anima prettamente fanciullesca – forse possono essere capiti a fondo solo da chi ha già una certa esperienza nei confronti delle cose del mondo.

Elenco dei migliori spettacoli per bambini a Londra

Di seguito, pertanto, ecco i migliori spettacoli per bambini a Londra, in una lista che include sia quelli che da anni vengono proposti nei teatri londinesi, sia quelli più recenti e innovativi.

Matilda the Musical

Matilda il musical a Londra Matilda il musical a Londra

Dato il successo che questo musical riscuote fra i giovani spettatori britannici, c’è da aspettarsi che i creatori di questa versione on stage del romanzo di Roald Dahl – Dennis Kelly e Tim Minchin – si debbano ritenere professionisti e genitori molto soddisfatti del proprio operato.

Dalla data del primo lancio sulle scene nella celebre zona del West End nel 2001, Matilda the Musical ha fatto mambassa di premi, eppure questa produzione diretta da Matthew Warchus riesce ancora a sorprendere come se fosse una prima assoluta.

Col senno di poi, il musical sceneggiato da Kelly e musicato da Minchin, ha forse come unico difetto quello di essere un po’ troppo lungo e forse anche un po’ troppo imprevedibile rispetto a quello che ci si aspetterebbe avendo letto il libro.

Ma così come si potrebbe dire anche della piccola protagonista della storia, se una cosa è buona, è buona e basta.

Negli ultimi mesi il cast ha perso qualche nome importante, come ad esempio il meraviglioso Bertie Carvel nei panni della terribile Miss Trunchbull, direttrice della spaventosa Crunchem Hall School, un donnone che in gioventù era stata atleta olimpionica di lancio del martello e che durante la nostra storia si presenta in fattezze portatrici di una bruttezza monumentale, con tanto di tic e fisime che la rendono un personaggio cattivo per eccellenza.

Il sostituto di Carvel, David Leonard, riesce comunque abbastanza bene a tenere il passo del suo predecessore.

E se Paul Kaye nei panni del ripugnante padre di Matilda (il Signor Wormwood) riusciva a trasmettere alla perfezione la repellenza del soggetto interpretato, il suo sostituto Steve Furst sa impersonarlo altrettanto dignitosamente, conferendogli una cattiveria diversa ma ugualmente percepibile.

Per quel che riguarda gli attori più giovani, sono semplicemente perfetti nel loro saltellare e muoversi agevolmente nella coreografia spigolosa disegnata da Peter Darling, riuscendo da un lato a solleticare la fantasia e la voglia di salire sul palco da parte degli spettatori preadolescenti, dall’altro a rendere tutt’altro che noiosa l’esperienza dei genitori al seguito.

Matilda the Musical viene portato in scena al Cambridge Theatre del West End (Earlham Street, London WC2H 9HU).

Fermata metro più vicina: Covent Garden.

How to Hide a Lion

How to Hide a Lion How to Hide a Lion

La trama di questa pièce è abbastanza lineare, ma forse è proprio per questa la ragione alla base del suo successo.

La nostra protagonista si chiama Iris, che all’inizio dell’opera scopriamo essersi fatta un nuovo amico. Il problema è che questo amico è un leone, e Iris sa benissimo che né i suoi amici né i suoi familiari saranno mai in grado di volergli bene come gliene vuole lei.

Tutta la storia si articola intorno alle tecniche e strategie ideate da Iris per nascondere il leone, ed è adattata dalla storia scritta da Helen Stephen e Peter Glanville.

Le canzoni che si possono ascoltare durante la rappresentazione sono state scritte da Barb Jungr.

Dall'8 al 15 settembre

È possibile assistere a How to Hide a Lion presso i locali del New Wimbledon Theatre, 93 The Broadway, Wimbledon, London SW19 1QG, raggiungibile a piedi dalla fermata overground di Wimbledon.

Il 30 Settembre

Al HighTide Festival Walthamstow, 1 Church Hill, Walthamstow, London E17 3AB. Fermata più vicina: Walthamstow Central (Overground, Victoria Line).

Il 6 Ottobre

Al Greenwich Theatre, Crooms Hill, London SE10 8ES. Fermata più vicina: Cutty Sark (DLR).

Il 20 Ottobre

Lyric Hammersmith, The Lyric Centre, King St, Hammersmith, London W6 0QL. Fermate più vicine: Hammersmith (District, Piccadilly)

Il 4 Novembre

Al "Artsdepot", 5 Nether Street Tally Ho Corner North Finchley London N12 0GA. Fermate più vicine: Woodside Park e West Finchley (Northern Line).

Il Re Leone

The Lion King Musical: Il Re Leone The Lion King Musical: Il Re Leone

I cartelloni pubblicitari del musical de Il Re Leone hanno troneggiato per anni in tutte le fermate della metropolitana di Londra, abbastanza a lungo da eleggerlo probabilmente come musical più di successo di tutti i tempi.

Sulle note dell’opening Il Cerchio della Vita che ti riverberano fin dentro il petto, le meravigliose creazioni animali della regista Julie Taymor entrano in scena seguendo una pomposa marcia, specie dopo specie. Il musical si apre con questa maestosa cavalcata cacofonica che lascia ogni spettatore, grandi e piccini, senza fiato.

Il Re Leone è uno dei tanti blockbuster Disney riconvertiti in opere teatrali, ma è uno dei pochi che forse dal vivo riesce a superare il prodotto su pellicola.

Durante la rappresentazione si possono assaggiare diversi pezzettini di mondo, dalle maschere africane ai costumi kabuki giapponesi, mescolati insieme in una esplosione di colori e spettacolo.

Questo modo di rileggere la storia, ancor più carnevalesca ed eclettica di quella vista al cinema, rende la rappresentazione perfetta per un musical.

Cotanta scenografia, va detto, non poteva però che avere come contrappeso la perdita di un pizzico di magia da parte dei personaggi più famosi e amati. Anche se Pumba e Timon richiamano fedelmente le loro controparti cinematografiche, il loro impatto con la storia va letto da una prospettiva differente.

Alcune delle scene più iconiche e memorabili del film (come quella del camposanto di elefanti infestato dalle iene, o ancora quella della tumultuosa fuga degli animali) che della pellicola costituivano i nuclei portanti, qui vengono completamente rimosse.

Ma d’altronde, la familiarità che lo spettatore medio ha proprio con l’opera originale è anche la ragione del successo della sua trasposizione teatrale.

Se da un punto di vista della sceneggiatura l’intera opera può forse lasciare a desiderare, da quello scenografico allo spettatore viene dato tutto ciò che si aspetterebbe da Il Re Leone. E molto, molto di più.

Le musiche originali di Elton John fanno da cornice, sebbene si tratti di una cornice pregiatissima, a una storia che si propone di – e riesce a – lasciare a bocca aperta chiunque vada a vederla.

Per assistere a Il Re Leone si deve andare al Lyceum Theatre, 21 Wellington St, London WC2E 7RQ, le cui fermate metro più vicine sono quella di Covent Garden, Temple, Waterloo ed Embankment.

Three Sat Under the Banyan Tree

Dal 28 Settembre al 21 Ottobre

In questo spettacolo tre giovani ragazzi siedono sotto un albero, dove scoprono e raccontano delle storie magiche.

L’intero plot si basa sulla raccolta di fiabe indiana a noi pervenuta col nome di Pañchatantra. Ambientato alle falde dell’Himalaya, i tre protagonisti ci narreranno delle vicende di un valoroso leopardo e una mangusta che voglio una famiglia tutta loro.

Three Sat Under the Banyan Tree è coprodotto dal Tara Theatre, che negli ultimi anni si è molto specializzato nel portare in occidente storie asiatiche più o meno note.

La rappresentazione è affidata al direttore del teatro stesso, Jatinder Verma, ed è adatta a un pubblico che va dai sette anni in su.

È attualmente visionabile al Polka Theatre, 240 The Broadway, Wimbledon, London SW19 1SB, che si trova a pochi minuti a piedi dalla fermata metro di South Wimbledon.

I Tre Moschettieri

Questo spettacolo di spada e cappa per tutta la famiglia trova la sua ambientazione perfetta nel giardino segreto di St. Paul Church, a Covent Garden (Bedford St, London WC2E 9ED). Si tratta di un adattamento del romanzo di Dumas che si sbarazza di tutte le convenzioni di genere a cui l’opera originale ci aveva abituati: D’Artagnan è una ragazza, e si batte come una leonessa per diventare la prima moschettiera donna.

Combattimenti all’arma bianca, balli in maschera e avventura a non finire sono assicurati in questa versione diretta da Paul-Ryan Carberry, la cui azzeccatissima location può essere raggiunta in metro, scendendo alla fermata di Covent Garden o Leicester Square.

Walking With Dinosaurs

Dal 27 al 3o Dicembre

Chi non ama i dinosauri e i documentari della BBC? Ecco, questa rappresentazione teatrale vuole conciliare entrambe le categorie, portando sul palcoscenico una specie di spin off di quella che è stata una serie di grande successo sul piccolo schermo.

La produzione originale è australiana e prende il nome proprio dalla serie di documentari dell’emittente nazionale britannica. Oltre ad essere divertente, Walking With Dinosaurs è anche un’opera profondamente didattica (non solo per i più piccoli), e si compone di due atti da 45 minuti con un intervallo di mezz’ora.

Il narratore (molto, molto rassomigliante a Indiana Jones) è Hurxley, che ha il ruolo di spiegarci tutti quelli che sono stati i cambiamenti faunistici avvenuti dall’era del triassico a fino ad arrivare a quella de cetaceo.

Durante la narrazione vediamo sfilare le diverse specie di dinosauri che si sono accavallate nel corso delle epoche, e l’impressione di stupore che si ha viene amplificata da sapienti effetti sonori come quelli di fulmini e tempeste, particolarmente apprezzabili nei momenti in cui i bestioni entrano in lotta.

Non c’è una scenografia di fondo, che viene sostituita da un grande schermo ad alta definizione.

Il bello dello show sta proprio nell’uso sapiente che si fa delle tecnologie, fondamentale per ricreare e far muovere “dal vivo” i lucertoloni animati. In Walking With Dinosaurs assistiamo all’apoteosi dell’ingegneria che incontra la maestria dei burattinai; e d’altronde non poteva esserci altro modo di far muovere con una certa naturalezza un T-Rex quasi a grandezza naturale, la cui intera architettura pesa 13 Kg.

L’apparizione del re del cetaceo, che prevedibilmente arriva verso la fine dello show, è un momento a dir poco mozzafiato, che lascia regolarmente a bocca aperta tutti gli spettatori, indipendentemente dalla loro età.

La visione è consigliata a un pubblico che va dai 3 anni in su, e lo spettacolo viene attualmente proposto dalla Wembley Arena, Arena Square, Engineers Way, London HA9 0AA.

Fermata metro più vicina: Wembley Park.

Sounds and Sorcery: Celebrating Disney Fantasia

Fino al 15 settembre

Sound and Sorcery: Celebrating Disney’s Fantasia tocca ogni corda del teatro immersivo. Si ispira al capolavoro Disney del 1940 e fa dell’aspetto celebrating il suo punto forte. Non vuole essere una sorta di rivisitazione del lungometraggio originario ma fargli omaggio in tutta la sua essenza, e questo significa che solo chi ha visto e somatizzato il prodotto originale potrà davvero apprezzare anche quello da palcoscenico.

Gli spettatori vengono fatti immergere personalmente nelle atmosfere ricreate grazie all’ausilio di cuffie che vengono date in dotazione a ciascuno dei presenti.

Le ambientazioni sono splendidamente realizzate, e le performance degli attori avvengono secondo precise tempistiche studiate a tavolino per far aumentare la suspance e la sorpresa.

Non mancano momenti di interazione con il pubblico, che verrà condotta non solo dagli attori ma anche dai fumi, luci, musiche ed ombre, tutti pensati per rendere l’audience stessa parte dello show.

Anche se è un prodotto che i bambini potrebbero apprezzare, Sound and Sorcery va comunque preso con le molle.

Non tutti i bambini sono abituati a vivere momenti così psichedelici, e l’intera esperienza potrebbe addirittura non risultare apprezzabile per i soggetti più impressionabili.

Questo ci riporta all’affermazione iniziale: Sound and Sorcery non reinventa Fantasia, si limita a farne una versione teatrale, e come il lungometraggio originale questa potrebbe rimanere indelebile nella mente dello spettatore più giovane, in maniera estremamente positiva o al contrario negativa.

È possibile assistere a questo mix di passato e futuro presso i locali del caratteristico teatro del Vaults, Leake St, Lambeth, London SE1 7NN, a Waterloo, al quale si può giungere facilmente scendendo alla fermata metro Waterloo.

Il Mago di Oz / Re Artù

Fino al 2 Settembre

Il nome del festival che ospita queste rappresentazioni potrà anche cambiare ogni anno (per il 2018 gli è stato assegnato quello non proprio ermetico di London Bridge City Summer by the River festival), ma le proposte annuali – e soprattutto gratuite – del regista Phil Willmott probabilmente rimarranno finché il suo autore avrà aria nei polmoni, in barba ad ogni cambiamento politico e sociale che coinvolge il Regno Unito.

Willmott ha passato gli ultimi anni della sua carriera a calcare l’insidiosa strada di avvicinare i bambini al mondo delle tragedie greche. Se per questo gli va reso quantomeno merito, va detto che forse nel 2018 ha puntato a qualcosa di più facile, portando in scena una rivisitazione per tutta la famiglia de Il Meraviglioso Mago di Oz di Frank Baum.

E per non annoiare i bambini, anche l’intera durata della performance viene ridotta a un’ora, anche perché assieme ai temi del Mago di Oz verranno trattati anche quelli dell’epopea di Re Artù.

Tanti bei colori e pochi effetti speciali per un effetto generale complessivamente ben riuscito.

La combo Mago di Oz / Re Artù è in scena allo Scoop, Queen's Walk, London SE1 2DB, raggiungibile a piedi dalla fermata metro di London Bridge.

Autore: Manila - LDNcity

Giudizi e Recensioni

Meteo attuale
Previsione corrente, meteo attuale
Londra, Regno Unito
Monday 05 March 2018
Ultima rilevazione ore 15:00
Temperatura:
9°C
(Min: 9°C Max: 9°C)
Umiditá:
81%
Pressione:
995.17
Vento:
6 km/H (direzione SE)
Previsione per le ore 18:00
Previsione per le ore 18:00
Minima:
7°C
Massima:
7°C
Previsione per le ore 21:00
Previsione per le ore 21:00
Minima:
7°C
Massima:
8°C
Previsione per le ore 00:00
Previsione per le ore 00:00
Minima:
7°C
Massima:
7°C