17 agosto 2016

Storia di Londra

La storia di Londra ha veramente molto da farci scoprire. Per gli amanti dei secoli passati e dei tempi andati, vediamo le radici della capitale inglese e ritroviamo nella Londra di oggi le principali località del passato.

Prima che i Romani arrivassero nelle aree dove sorge oggi Londra, circa 2000 anni fa, non vi è alcuna prova che la futura capitale inglese esistesse già. Quando i Romani arrivarono qui, scelsero velocemente l'area di Londra come quartier generale per tutte le attività nella loro nuova isola-colonia, forse perché l'area che si trova oggi tra Cannon Street Station e la Torre di Londra, sulla riva nord del Tamigi, era una porta ideale e di rapido accesso. Inoltre, in questo punto, due piccoli fiumi si uniscono al nord del Tamigi e permettono di avere una risorsa di acqua potabile di facile accesso.

Questi due fiumi non sono oggi più visibili, ma si possono localizzare facilmente. Il primo è il Walbrook, il cui punto di inizio si trova sotto la stazione ferroviaria di Cannon Street ed è il passaggio che da nord segue Walbrook Street e che collega la stazione di Cannon Street, Mansion House e la Banca d'Inghilterra.

Muro Romano Londra Muro Romano Londra

Il secondo fiume si trova a poco più di un quarto di miglio (circa 400 metri) ad ovest del Walbrook, è un fiume molto più grande e scorre verso da sud a nord.

Storia di Londra, 1500 anni fa

La storia di Londra ci dice che quando i romani lasciarono l'area di Londra, vi arrivarono i Sassoni tedeschi. Essendo fondamentalmente delle popolazioni rurali, essi non avevano nulla da fare in città e la abbandonarono. I Sassoni scelto Winchester, appena a nord della Southampton di oggi, come base.

Per trovare un altro popolo a Londra occorre attendere circa 200 anni dopo la partenza dei romani (siamo a circa il 670 d.C.) ; i nuovi occupanti furono di nuovo i sassoni, in un'area che oggi si trova tra Charing Cross e Trafalgar Square.

Ai tempi, però, l'unico edificio degno di nota della vecchia Londra romana che è stato riutilizzato dai Sassoni è stato il sito di San Paolo, dove venne eretta una chiesa dedicata proprio a quel santo. Inoltre, c'era anche un palazzo, situato in posizione non nota.

Nel corso degli anni di storia, Londra divenne particolarmente accogliente, una situazione che è catastroficamente cambiata con l'arrivo di 350 navi vichinghe danesi nel Tamigi nel 842 d.C. 3 anni dopo un imponente esercito danese vichingo si assediò in East Anglia, distruggendo il dominio sassone in Oriente e nel Nord dell'Inghilterra e rendendo Londra la sede invernale.

I 100 anni seguenti della storia della capitale inglese videro molti cambiamenti in Londra, che si trovava al centro di tre divisioni dell'Inghilterra: i sassoni a sud, diciamo pressappoco in tutte le aree a sud della M4 (Motorway 4) che separa Londra dal Kent, il regno della Mercia a nord di questa ipotetica linea, ancora più su e ad oriente i Vichinghi danesi.

Storia di Londra, 1000 anni fa

Quando Guglielmo il Conquistatore arrivò qui nel 1066, fece di Londra la sua sede centrale e costruì un sistema di castelli difensivi, il più famoso dei quali è la Torre di Londra, costruita dove si trovavano un tempo le mura romane.
Guglielmo il Conquistatore Guglielmo il Conquistatore

Durante questo periodo storico e fino alla fine del medioevo, cioè per i successivi 500 anni, Londra rimase più o meno simile, con l'area principale che si trovata ancora all'interno delle mura romane originali.

Una nuova area a ovest di Westminster venne istituita come sede per il re; qui vennero creati uffici governativi come il Ministero del Tesoro, l'area di Southwark, che si trova oggi dov'era anche già in epoca romana, il London Bridge, l'unico collegamento tra la città all'interno delle mura e Southwark, oltre che le strade più importanti a sud, in particolare verso Winchester e Dover.

In questo periodo ci sono due progetti degni di nota, il Lambeth Palace, costruito come dimora londinese dell'arcivescovo di Canterbury, e il London Bridge, ricostruito in pietra nel 1172 (fino a prima era di legno) e durato la bellezza di 600 anni.

Storia di Londra, 500 anni fa

Non ci sono stati grandi cambiamenti allo skyline di Londra, dove spiccava la magnifica Cattedrale di St Paul, costruita in stile gotico intorno all'anno 1200 e avente una cuspide eccezionale.

La magnifica guglia è stata colpita da un fulmine nel 1561 ed è stata smantellata per sicurezza.

La chiesa che c'era allora, distrutta con il grande incendio di Londra del 1666, non è la stessa che vediamo oggi, la quale venne progettata con una struttura a cupola più piccola da Christopher Wren.

In questo periodo nacquero le prime "Inn of Court", delle associazioni cui devono far parte i legali inglesi. Chiamate "inn", ovvero "pensioni" in italiano, perché gli studenti che sceglievano di fare legge avevano bisogno di un posto dove stare e dove studiare, pertanto venne pensato che non c'era nessun posto migliore dei tribunali. Queste pensioni sono oggi alcuni degli edifici più antichi di Londra

  • Lincoln Inn, vicino al bivio tra High Holborn e Chancery Lane;
  • Middle Temple e Inner Temple, tra il ponte di Waterloo e il Blackfriars Bridge;
  • Grey Inn, a nord di Chancery Lane tra High Holborn e Theobald's Road.
500 anni fa, Enrico VIII portò molti cambiamenti alla città. Inizialmente egli ordinò la costruzione di palazzi di gran pregio per sé stesso, poi decise di distribuire a privati alcune delle proprietà che erano della chiesa. Ciò ha avuto un impatto notevole sulla capitale inglese perché probabilmente circa il 60% degli immobili erano di proprietà del Vaticano e mettendoli sul mercato immobiliare, il Re eliminò qualsiasi sovraffollamento e, naturalmente, riempì le casse del Governo.

La crescita economica e l'espansione di Londra

La storia ci dice che in quegli anni Londra divenne il più grande centro commerciale dell'Inghilterra dell'epoca e questo portò anche ad una fortissima crescita della popolazione, che fino a quel momento non era aumentata di molto rispetto all'epoca normanna.

Dal momento in cui la capitale inglese iniziò ad essere un fiorente centro commerciale, grazie ad alcune decisioni di Enrico VIII, la popolazione triplicò ed in soli 100 anni arrivò a 250.000 unità. Dove si viveva?

  • zona ovest di Westminster, lungo la riva del fiume, su Fleet Street e lo Strand;
  • in un'espansione della zona di Westminster che oggi corrisponde a High Holborn (qui vivevano per lo più ricchi mercanti e gente d'elite come avvocati e medici);
  • zona est della città tra le aree odierne di Wapping e Ratcliffe;
  • a sud, nell'area di Southwark, dove, come per la zona est della città, c'era la "classe operaia". La zona intorno a Lambeth Palace era ancora non drenata e paludosa.
La popolazione di Londra era aumentata in maniera considerevole, da 80.000 persone nel 1500 a 250.000 nel 1600 e fino a 375.000 nel 1650.

Nel 1665 Londra è stata colpita da un'altra massiccia ondata di peste bubbonica, che colpì soprattutto le aree povere fuori delle mura della città vecchia romana.

Il grande incendio di Londra del 1666

Domenica, 2 settembre 1666, un incendio è iniziato a pochi passi a nord di London Bridge, in una panetteria in Pudding Lane.

L'estate di quell'anno era particolarmente calda e secca, c'era un forte vento da est e le abitazioni di Londra erano di legno. Ancora peggio, il fuoco si diffuse lungo la riva del fiume, in un'area in cui c'erano piccoli bacini pieni di tetti a falde.

Il primo giorno, l'area da Billingsgate a Queenshithe è stata rasa al suolo; il secondo giorno, il 50% della superficie all'interno delle antiche mura romane venne distrutta, il terzo giorno lo fu la maggior parte della zona ovest della torre. A questo punto, il vento calò.

In tutto circa 13.000 case furono distrutte insieme con 87 chiese, un danno tre volte più grande di quello fatto alla City durante la seconda guerra mondiale dalla Luftwaffe tedesca.

Partì subito il programma di ricostruzione della città e dopo tre anni di lavoro, e senza aiuti pubblici, Londra era di nuovo abitabile grazie a 9000 nuove case e alcune strade ricostruite più ampie allargato.

La ricostruzione della cattedrale di Saint Paul non venne completata ancora per 14 anni, quando Londra era più pulita e sicura grazie a degli edifici in mattoni e pietra.

Storia di Londra, 250 anni fa

Quando al potere ci fu Enrico VIII, diciamo 500 anni fa, Londra era più piccola di Parigi, Venezia e Napoli. Nel 1750, la capitale inglese aveva superato tutte e tre queste città, per un totale di 750.000 persone circa, anche se la popolazione della Francia era ancora più del doppio di quella dell'Inghilterra.

Questa crescita della popolazione era stata raggiunta, però, senza possibilità di avere acqua pulita, cibo pulito, buone strade e né qualsiasi sistema di smaltimento delle acque reflue. Di conseguenza la tubercolosi e il colera erano endemici e l'aspettativa di vita tra i poveri era breve.

Londra si stava dividendo geograficamente in tre aree:

  • ricchi, che aveva bisogno di muoversi e scelsero come quartieri le zone di Mayfair e Marylebone;
  • nuove classi medie, che decisero di lasciare il centro di Londra e andare verso nuove periferie, inizialmente a Blackheath, poi Twickenham e Islington, Dulwich, Putney e Richmond;
  • i poveri, che abitavano in baracche nelle zone di Rotherhithe, Blackwall, Deptford, Greenwich e Southwark.
> Leggi la storia del mercatino di Greenwich.

Non c'era nessuna forza di polizia e nessuna illuminazione stradale.

Storia di Londra, 200 anni fa

E' stato questo un periodo di forti contrasti per la capitale inglese, con un incremento esponenziale dell'inquinamento a causa delle fabbriche.

Il Re dell'epoca spese una fortuna nel tentativo di far diventare Londra una delle migliori città in Europa e i risultati di questi sforzi economici sono oggi evidenti in Regents Park e Regent Street.

Nel 1801 nasce la bandiera inglese, di cui abbiamo parlato anche nel testo relativo alle bandiere del Regno Unito.

A causa del forte aumento del commercio nazionale e internazionale grazie alla rivoluzione industriale e al commercio con le colonie in espansione, ci sono stati due cambiamenti evidenti a Londra:

  • l'enorme espansione dei Docks (Surrey Docks, West India Dock e East India Docks);
  • l'introduzione del "turnpike", ovvero il pedaggio, per entrare in città.
Tamigi Traffico navale lungo il Tamigi attorno al 1800
Dock di Londra Dock di Londra attorno al 1800

Storia di Londra, 150 anni fa

Siamo arrivati all'epoca vittoriana e Londra è la città capitale dell'Inghilterra, oltre che la sede del più grande impero del mondo.

Per la maggior parte di questo periodo Londra era ancora sporca, il colera e la tubercolosi erano ancora endemiche, l'aspettativa di vita era di solo circa 20 anni e la criminalità era fuori controllo.

La crescita della popolazione è stata in parte la colpa di questa situazione di degrado, ma lo era anche l'atteggiamento indifferente dei ricchi verso i poveri, che includeva anche la regina Vittoria e l'allora governo.

Fino ad allora i ricchi ed i poveri vivevano vicini gli uni agli altri, ma i primi non finirono mai, o quasi, nelle strade occupate dai secondi, e addirittura ad un certo punto della storia londinese, i benestanti decisero di uscire fuori dal centro città e occupare nuove aree, ritenute più tranquille.

Tra le varie aree che vennero abbandonate ci fu anche Covent Garden, di cui abbiamo già riportato la storia.

Fu questa un'epoca di forte espansione geografica, con il popolamento, per la prima volta, dell'area a sud della città, la costruzione di quattro nuovi ponti (dopo quelli di Blackfriars e Westminster, ci sono quello di Southwark, il Lambeth Bridge, il Vauxhall Bridge e il Tower Bridge), l'arrivo del treno che permetteva ai più ricchi di spostarsi dal centro alla periferia e viceversa (il primo servizio di treno suburbano è del 1836 e andava da London Bridge a Greenwich e funziona ancora oggi), l'arrivo della metropolitana di Londra e lo sviluppo delle principali strade cittadine.

E' in quest'epoca storica che viene costruita anche la statua dell'Ammiraglio Nelson a Trafalgar Square.

Storia di Londra, XIX e XX secolo

La storia di Londra dei tempi più moderni è un susseguirsi di eventi velocissimi che hanno portato la capitale inglese ad essere una delle capitali più moderne e cosmopolite del mondo.

Dal consolidamento di Chinatown fino alla storia di Carnaby Street e dello Swinging London, senza dimenticare gli eventi più recenti che potrebbero cambiare l'economia del Regno Unito e dell'UE in seguito al Brexit, la storia di Londra continua a venire scritta ogni giorno, pagina dopo pagina, da tutti quelli che hanno avuto la fortuna di incontrarla, almeno una volta nella vita.

Autore: Manila - LDNcity

Giudizi e Recensioni

Meteo attuale
Previsione corrente, meteo attuale
Londra, Regno Unito
martedì 14 giugno 2016
Ultima rilevazione ore 20:00
Temperatura:
18°C
(Min: 16°C Max: 18°C)
Umiditá:
74%
Pressione:
1001.84
Vento:
6 km/H (direzione SW)
Previsione per le ore 23:00
Previsione per le ore 23:00
Minima:
14°C
Massima:
16°C
Previsione per le ore 02:00
Previsione per le ore 02:00
Minima:
13°C
Massima:
14°C
Previsione per le ore 05:00
Previsione per le ore 05:00
Minima:
11°C
Massima:
11°C